Contributo ai lavoratori senza ammortizzatori sociali

1' di lettura 27/09/2021 - Ammonta a 9.250.000 lo stanziamento della Giunta regionale che permetterà di erogare un contributo a fondo perduto di 600 euro a 15.000 persone in disagio economico e senza ammortizzatori sociali.

Sono interessati dal provvedimento le lavoratrici e i lavoratori:

- che non hanno ottenuto alcun ristoro dai vari provvedimenti statali nel periodo continuativo da marzo a dicembre nell’anno 2020 (sospesi da imprese per cessata attività senza stipendio e senza cassa integrazione, nell’impossibilità di licenziarsi per accedere alla Naspi);

- che hanno avuto accesso a prestazioni previdenziali o assistenziali in misura molto residuale a causa della sospensione o della cessazione della prestazione lavorativa nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020 (appalti delle pulizie, servizi scolastici ed educativi, cultura e poli museali, spettacolo con un contratto di lavoro fino a un massimo di 20 ore settimanali);

- occasionali con reddito sotto i 5.000 euro e non iscritti alla gestione separata, che hanno cessato o sospeso la prestazione lavorativa nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020.

L’assessore al Lavoro fa presente che la Regione Piemonte che si pone, ancora una volta, in prima linea con un intervento concreto a supporto di lavoratori e famiglie che stanno ancora pagando il prezzo di una crisi dettata dalla pandemia poiché si sono trovati senza reddito ed inspiegabilmente esclusi dai decreti governativi.

Tutte le modalità, i dettagli e la tempistica per presentare la domanda di contributo saranno pubblicati a breve sul sito della Regione Piemonte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2021 alle 17:41 sul giornale del 28 settembre 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di lavoro, piemonte, Regione Piemonte, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clpl





logoEV